giovedì 20 dicembre 2012

Torta BiancaNera ai piedi del Bosco




Eccoci qui! Ora io e Ame vi racconteremo di questa super torta, ma così gustosa, così gustosa che quando la prepariamo finisce in un baleno!! Allora, attrezziamoci di una tazzina di caffè perchè per questa ricetta non ci servirà la bilancia.

E ora procuratevi questi
Ingredienti
Farina (noi usiamo quella integrale)
1 bustina di Lievito (mettete due bustine se usate la farina integrale che è più pesante)
4 pizzichi di Sale
Zucchero di Canna
¾ di una Banana grande (se piccola, mettetela tutta)
Latte di Riso
Olio di Girasole
3 cucchiai di Cacao Amaro
Rhum (facoltativo)
Marmellata di Frutta (facoltativa) o frutta a pezzetti.

La tazzina vi servirà per dosare questi ingredienti :
9 tazzine di Farina
5 tazzine di Zucchero di Canna
4 tazzine di Latte di Riso
3 tazzine di Olio di Girasole

Tempo di preparazione : 15 minuti
Tempo di cottura  : 1 ora circa

Intanto che Asefrid vi racconta degli ingredienti
sono andato a prendere una terrina
bella capiente ma ora state bene attenti
poichè dentro ci metto 9 tazze di farina
poi 4 pizzichi di sale aggiungo
e ci metto anche il lievito in bustina.





Ora prendiamo una seconda terrina e mettiamoci 5 tazzine di zucchero di canna. Prendiamo la banana e sforchettiamola per bene mescolandola allo zucchero fino ad ottenere un impasto cremoso. 
Vedrete che la banana, con le sue proprietà leganti, inzupperà per bene lo zucchero e formerà una poltiglia molto simile di quella che si ottiene dallo zucchero con le uova.

 

L'impasto ancor non è finito
ma posso intanto accendere il forno
a 180 gradi è stabilito
e alla mia terrina ritorno.


Ora mettete le due terrine vicine e versate metà della farina nel contenitore dello zucchero e qui ci aggiungete 4 tazzine di latte di riso. Mescolate per bene. Aiutatevi con una frusta per amalgamare bene il composto.

Versate ora l'altra metà della farina nel contenitore
con tre tazzine di olio di girasole.

Il risultato deve essere un composto non troppo denso e non troppo liquido ma che si muova bene per poterlo poi versare nello stampo. Se vi sembra troppo secco, aiutatevi con un altro po’ di latte di riso.

Se vi sembra che il vostro impasto sia della densità giusta
dopo averlo ben mescolato con mestolo e frusta
allora potete versarne a piacere una parte
nel contenitore ormai vuoto lasciato in disparte



Ora abbiamo due contenitori quindi! In uno quasi tutto il composto, e nell'altro una parte a cui aggiungiamo il cacao. Mescoliamo nuovamente in modo uniforme. Io qui ci metto anche il rhum. Visto che il cacao secca un po’ il composto, e se non mettete il rhum, aiutatevi sempre con il latte di riso (non fa mai male :))

Ora è tempo di preparare lo stampo
meglio quello dove si toglie il fondo
e così poi la torta cotta esce in un lampo
metteteci pure anche la carta da forno


Tagliate tutto intorno la carta in eccedenza, versateci un po' d'olio dentro e spalmatelo aiutandovi con un pezzetto di scootex. Infarinate tutto lo stampo. Ora versiamo il nostro composto più chiaro nello stampo.

E poi facciamo colare sopra anche quello con il cacao.
Mettiamo lo stampo così ben farcito nel nostro forno che sarà già ben caldo. Il nostro forno è abbastanza potente e spesso lo sistemiamo anche un po’ sotto i 180 gradi. Mi raccomando sempre statico per i dolci, hanno bisogno di lievitazione.

Più o meno ci vuole un'oretta per una cottura ottimale.
ma ogni forno di altri non è mai uguale
forse per voi ci vorrà di più, o di meno
guardate quando si leva al centro il suo ripieno.
Quindi tenetela d'occhio la vostra torta
ma del forno non aprite mai la porta!
Potreste far cadere la lievitazione
sarebbe un disastro senza soluzione.

Un trucco per sapere se è cotta è quello dello stuzzicadente: infilatene uno, toglietelo e vedete se è umido. Se risulta asciutto, la torta è bella e pronta. Fate questo esperimento solo a cottura avanzata, non prima dell'oretta, altrimenti, come vi ha detto Amelio, aprendo la porta del forno potreste far cadere la lievitazione!


Una gustosissima variante è aggiungere la marmellata! Quando avete tirato fuori dal forno la torta e si è sufficientemente raffreddata tanto da riuscire a toglierla dallo stampo, tagliatela a metà in senso orizzontale. Togliete il “coperchio” della torta e sulla base spalmateci una buona marmellata! Se l’avete fatta voi ancora meglio, altrimenti ce ne sono tante biologiche molto buone. Io e Amelio abbiamo il nostro albero di albicocche e ci mettiamo la nostra marmellata. Sta super-bene anche quella di susini (prugne). Un’altra variante è quella di mettere sul fondo dello stampo (quindi prima di versare il composto e di infornare) della frutta a pezzetti, tanti da coprire tutto il fondo. Versare sopra i composti, come spiegato prima, e infornare. Quando è cotta potete scegliere se lasciarla così o capovolgerla tanto da avere la frutta sopra.



Il piatto è servito,
buon Appetito!!






3 commenti:

  1. Ciaoooooooooo!!!
    Ciao Pat e ciao Amelio, che bello vedervi nella blogosfera! ^_^
    La torta la conosco molto bene e la ADORO! Soffice, umida al punto giusto, gustosissima, una vera delizia!
    Mi piace molto anche il modo che avete di descrivere i passaggi, alternandovi, un po' in prosa (dico bene?) un po' in rima, con le fotine in parte ... che bravi, complimenti e benvenuti! ^_^

    RispondiElimina
  2. Oh, la dolce Ale, grazie di esser passata nella mia cucina virtuale. Sì, hai detto giusto, un po’ in prosa, un po’ in rima. Son approdato qui a far del bene, e dei commentatori tu sei la prima. Quindi benvenuta e ti ringrazio, un blog è come una vetrina, un piccolo e grande spazio, spero sarà affollato, e spero di spiegar bene e di esser preparato e Pat mi farà un po’ da madrina. Mi cura, mi aiuta, mi protegge, mi sento al sicuro, come un capretto nel suo gregge. Ora ti saluto con una riverenza e resto a tua disposizione per ogni occorrenza.

    RispondiElimina
  3. Grazie Ale! Infatti Amelio ha scelto proprio questa torta per iniziare questa avventura. Piace a tutti e forse ci porterà fortuna. Accidenti, a forza di stare accanto ad Amelio, si inizia a parlare continuamente in rima! E' tremendo! Contagioso!! (^.^) ahahahahaha

    RispondiElimina